Prodotto
Produttore

Heres srl

vicolo E. Mattei, 10
QUINTO DI TREVISO
31055 (TV) - Italia

Tel. 0422 880099
www.heresitalia.com
info@heres-srl.com
    
   

docum. tec.
Linea
Pavimentazione in Terrazzo Veneziano a base di cocciopesto, legante pozzolanico e graniglie di marmo.
Cod. prodotto
MS-92
Descrizione sintetica
Terrazzo Veneziano a superficie continua HERES MS-92, a base di cocciopesto, legante pozzolanico e graniglie di marmo, dello spessore di 25 mm.
Voce di capitolato
Terrazzo Veneziano a superficie continua HERES MS-92, a base di cocciopesto, legante pozzolanico e graniglie di marmo, dello spessore di 25 mm.
Esecuzione di pavimentazione in terrazzo veneziano HERES MS-92, formato da uno strato monolitico con spessore pari a 25 mm, posato su appropriato massetto di sottofondo, tirato esclusivamente a mano con levigatura finale mediante ripetuti passaggi con idoneo levigatore a mole e composto da cocciopesto pregiato miscelato con specifico legante pozzolanico e terre coloranti naturali e graniglie di marmo da impastare solamente con acqua potabile.
Il prodotto deve avere le seguenti caratteristiche tecnico-prestazionali ed applicative peculiari > colore: rosso, rosato, bianco, giallo; acqua d’impasto: 20% ca; resistenza meccanica a compressione a 28 gg. : > 15 MPa; aspetto esteriore: polveri e grani; pH: 3,5-6; peso specifico: 1,8 kg/lt; resistenza meccanica a flessione a 28 gg. : > 2,8 Mpa; tossicità per la persona ad indurimento avvenuto: nessuna; diametro: 0-15 mm; spessore medio pavimentazione: 25 mm; utilizzabile anche con impianto di riscaldamento a pavimento.
Le lavorazioni dovranno rispettare scrupolosamente quanto contenuto nel progetto esecutivo, in conformità alle disposizioni tecniche del Direttore dei Lavori o della Committenza, nel pieno rispetto di quanto stabilito contrattualmente nel capitolato speciale d’appalto.
Sono esclusi dal prezzo la fornitura e posa del massetto di sottofondo sottostante, gli eventuali fregi, cornici e decori da contabilizzare a parte, la formazione di fasce e controfasce perimetrali, i filarini singoli e doppi a delimitazione delle fasce, mentre sono compresi nel prezzo la fornitura dei materiali sopra descritti, la protezione, prima dell’applicazione del massetto, degli elementi e finiture già presenti (bancali, pavimentazioni, soglie, telai, controtelai, serramenti interni ed esterni, pareti intonacate, isolamenti termici a cappotto e finiture di qualsiasi genere) mediante apposita copertura in foglio di polietilene adeguatamente fissato con nastro adesivo, il controllo preventivo della planarità del supporto di posa, la verifica dei livelli e delle quote di riferimento, il controllo del prodotto utilizzato per la posa segnalando tempestivamente eventuali difformità, la preparazione del piano di posa mediante la desolidarizzazione degli spiccati in elevazione con elementi separatori comprimibili a tutto spessore, la verifica che le condizioni termo-igrometriche dei luoghi siano adeguate alla posa del sottofondo, la segnalazione al committente e alla D.L. di ogni variazione delle quote del piano di posa rispetto alle indicazioni esecutive, la scelta e l’impiego di materiali complementari, la protezione adeguata degli impianti tecnici per evitare danneggiamenti, movimenti e fenomeni corrosivi, la rimozione sul fondo, dove verrà posato il sottofondo, di polveri, efflorescenze, olii e grassi ed altre impurità, la posa di eventuale fascia perimetrale per lo stacco dalle pareti così da consentirne il libero scorrimento, la stesura dell’impasto sul massetto esistente con staggiatura, compattatura e battitura in modo che lo strato della pavimentazione risulti pieno ed omogeneo per il suo intero spessore, la successiva molatura ( dopo l’indurimento) tramite ripetuti passaggi con idoneo levigatore a mole a diamante al fine di ottenere una superficie lucida (piombatura) o semilucida, l’inserimento di profili di ottone, alluminio o acciaio inox (spessore 2-4 mm) per l’eventuale delimitazione dei campi di posa e delle soglie, il trattamento dei giunti di costruzione previsti secondo le indicazioni della Direzione Lavori con l'inserimento di due profili metallici accoppiati e distanziati da un giunto elastico, gli elementi denominati "fuori opera" ( lastre di pavimento già levigate e sbrecciate lungo il bordo che va a contatto con il getto del pavimento) inseriti obbligatoriamente nelle zone dove non è possibile eseguire la levigatura, le rifilature ad elementi incorporati, la chiusura delle aperture esterne mediante l’installazione di appositi fogli di polietilene trasparente, in modo da preservare il massetto nelle successive 24/36 ore dalle correnti d’aria al fine di evitare effetti di disidratazione, la perfetta miscelazione del materiale e la corretta posa dello stesso in relazione alle indicazioni specifiche fornite dal produttore nonché il rispetto delle tolleranze di posa, la formazione di giunti di frazionamento in corrispondenza di porte, sporgenze e nelle posizioni indicate dalla Direzione Lavori, i campioni richiesti dalla direzione lavori prima della fase esecutiva, il rispetto della marcatura CE per i prodotti da costruzione prevista dalla Direttiva 89/106/CEE recepita dal DPR 21.04.93 n. 246, la pulizia finale con l'asportazione dei detriti e polvere, il trasporto delle macerie al piano di carico con lo sgombero e trasporto alle pubbliche discariche, i corrispettivi per diritti di discarica, nonché ogni altra prestazione accessoria occorrente per eseguire l’opera a regola d’arte.
RICHIEDI PREZZO/INFO TECNICHE PER QUESTO PRODOTTO
il capitolato F.G. | Copyright © 2020. All rights reserved PIVA 02772330219
Privacy Policy Informazioni utili